Milano da scoprire: San Siro

Milano da scoprire: San Siro

Milano da scoprire fa tappa a “San Siro”. Quando si dice San Siro si pensa giustamente allo stadio, prima ancora che al quartiere situato nella periferia occidentale di Milano.

In realtà è proprio lo Stadio Meazza ad aver acquisito il nome del quartiere in cui sorge e non viceversa.

Giuseppe Meazza, a cui è ufficialmente intitolato lo stadio dal 1980, è stato un calciatore che ha militato in entrambe le squadre meneghine, considerato da molti esperti uno dei più grandi giocatori italiani di tutti i tempi.

SM VIP CARD PER LA TUA ESTATE PIENA DI SCONTI

A dimostrazione di quanto questo stadio sia importante all’interno della vita della città e ne sia diventato un vero e proprio simbolo, uno dei soprannomi di San Siro è “La Scala del calcio”, a ricordare il più famoso Teatro.

Al Meazza giocano infatti da più di 60 anni entrambe le squadre della città, Milan e Inter, e su questo campo si sono disputate alcune tra le partite più importanti della storia del calcio italiano.

Costruito nel 1926, San Siro può vantare il record dello stadio più capiente d’Italia, con i suoi 81.277 posti complessivi.

Secondo il “The Times”, lo stadio Meazza sarebbe anche il secondo più bello al mondo.

Da qualche anno all’interno dello stadio è stato aperto persino un museo, che d’estate diventa il secondo più visitato dopo il Cenacolo Vinciano.

È anche possibile visitare tutti gli interni, ripercorrendo il vero itinerario seguito dai calciatori: zona mista, spogliatoi, tunnel, campo da gioco e perfino le tribune.

L’esposizione racconta la storia dello stadio, inaugurato nel 1926 grazie ai soldi di Piero Pirelli, all’epoca presidente del Milan.

Nelle vetrine si trovano ritagli di giornali, maglie e veri cimeli che ripercorrono l’epica delle sfide a San Siro.

Lo stadio, però, non è famoso solo per il calcio, ma anche per i concerti storici che qui si sono tenuti nel corso degli anni.

A San Siro hanno suonato Bob Marley, Bob Dylan, Bruce Springsteen e molti altri grandissimi del panorama musicale mondiale.

Poco distante dallo stadio si trova anche l’ippodromo Snai San Siro.

Inaugurato negli anni Venti per sostituire l’allora utilizzato “Trotter” di via Padova, costituisce oggi insieme al Meazza ed al PalaLido la cittadella sportiva di Milano.

Da un punto di vista urbanistico il quartiere di San Siro è uno dei più disomogenei della città.

Qui si alternano infatti ampie aree verdi ad altre completamente cementificate, strade di varie categorie, villette a condomini, abitazioni popolari a palazzi e ville di prestigio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.