Milano da scoprire: i Navigli

Milano da scoprire: i Navigli

A Milano da scoprire se si pensa alla movida milanese uno dei luoghi di riferimento sono sicuramente i Navigli.

Un tempo considerati una zona periferica e degradata, oggi i Navigli godono di una doppia vita.

Di giorno sono una meta perfetta per le famiglie a passeggio, mentre di sera si riempiono di giovani di tutte le età, dall’ora dell’aperitivo in poi.

Ricollegare i Navigli esclusivamente alla vita notturna, però, è sicuramente limitante.

Questa zona può infatti contare su una storia molto ricca e antica.

Il Naviglio Grande è il più antico tra questi corsi d’acqua artificiali.

SCARICA QUI LA SM VIP CARD E OTTIENI SUBITO IL 10% DI SCONTO

Il suo scopo originario era quello di irrigare i campi alle porte di Milano, ma forse fungeva anche da fossato difensivo. Solo successivamente, nel Duecento, venne reso navigabile e sfruttato per trasportare merci e materiali da costruzione.

Il Naviglio Pavese invece è il corso d’acqua voluto dai Visconti nel Trecento per unire Milano e le loro terre in direzione di Pavia.

Infine, a Milano si trova anche un terzo naviglio, noto come Naviglio Martesana o Naviglio Piccolo.

Fu voluto da Francesco Sforza nel 1460 e si dice che una buona parte del canale e delle chiuse sia stato tracciato nientemeno che da Leonardo da Vinci.

Non ci si deve quindi stupire se i Navigli sono anche un’ottima meta turistica per gli amanti della storia e dell’arte.

Il “Cortile degli artisti”, ad esempio, è una bellissima gemma nascosta, inserita all’interno della corte di un’antica casa di ringhiera che si affaccia sul Naviglio Grande.

IL CORTILE DEGLI ARTISTI – MILANO

Situato in via Alzaia Naviglio Grande 4, è visitabile gratuitamente, a patto di mantenere il silenzio.

Questo cortiletto custodisce piante antiche, bellissimi quadri, pregevoli manufatti e scatti d’epoca.

Lungo il Naviglio Grande sono presenti anche vari edifici antichi e di culto.

Tra questi c’è il famoso e caratteristico “Vicolo dei Lavandai“, dedicato alla corporazione maschile dei lavandai.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio, invece, può vantare una storia molto sfortunata: distrutta da un incendio, fu ricostruita nel 1800, ma a metà facciata finirono i soldi e rimase quindi incompiuta.

AUTO GREGIS – CONCESSIONARIO CITROEN DA 25 ANNI

Nei paraggi si trovano anche l’antico “Pont de fer” e il vicino Ponte di Pietra, situato all’altezza di via Corsico, costruito in legno nel 1531 ed inizialmente conosciuto come Ponte della Madonnina per la presenza di un ritratto sacro presente proprio in via Corsico.
Lungo i Navigli, soprattutto lungo il Naviglio Grande, vengono spesso organizzate anche sagre, manifestazioni ed eventi culturali.

Per esempio una ricorrenza fissa è il Mercatone dell’antiquariato, che si svolge l’ultima domenica di ogni mese.

Ovviamente non si possono lasciare i Navigli senza aver prima fatto aperitivo.

Le scelte sono numerosissime e si spazia dai locali più ricercati a quelli più turistici e popolari.

LUCA E ANDREA – MILANO

Un locale ormai storico, fondato nel 1999, è Luca e Andrea, che offre una vista meravigliosa sul canale da un fianco dell’Alzaia del Naviglio Grande.

Rita & Cocktails è invece il locale ideale per un drink e qualche stuzzichino dopo il lavoro.

Il Manhattan è un altro locale storico della zona, da sempre considerato uno dei migliori per l’aperitivo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.