Milano, capitale della moda: la Milan Fashion Week 2019

Milano, capitale della moda: la Milan Fashion Week 2019 arriva alle battute conclusive.

Milano è unanimemente riconosciuta come una delle capitali mondiali della moda, punto importantissimo di diffusione del buongusto made in Italy.

La settimana della moda di Milano (Milan Fashion Week) è quindi uno dei periodi più importanti per la città, che si riempie di stilisti, modelle, influncer e professionisti di questo mondo ampio e variegato.

Moltissimi sono anche i curiosi, che accorrono fuori dalle location delle sfilate per poter fotografare il proprio vip preferito. Quotidiani e tg dedicano spazio e servizi alle nuove tendenze e gli hashtag #mfw e #mfw2019 spopolano su Instagram e i social media.

Oltre alle sfilate, la fashion week meneghina è famosa anche per i numerosi eventi mondani, sia aperti al pubblico, sia privati e super esclusivi a cui si può partecipare solo su invito.

Quali sono gli eventi più cool dell’edizione appena conclusa, segnata dalla scomparsa di Karl Lagerfeld proprio nel giorno della sua apertura?

Il 19 febbraio è iniziata ufficialmente la Fashion Week 2019, durante la quale sono state presentate le collezioni autunno e inverno 2019/2020.

Ad animare il calendario della settimana non sono state solo le 6o sfilate, ma anche 80 presentazioni e 33 eventi, dagli appuntamenti dedicati all’innovazione ai party.

Immancabili gli aperitivi e i cocktail party after show, che si sono svolti in location glamour e rinomate come i salotti dello Sheraton Hotel (Milano Fashion Week: Cocktail Party Sheraton Diana Majestic), l’Hollywood (Exclusive After Show Party 23 – 02) o la Terrazza 12 (Terrazza 12 Fashion Week Party).

ICEBERG – Photo by Fashiondea

Molti anche gli eventi culturali, come ad esempio “Love Therapy” (la visita gratuita alla mostra di Fiorucci all’Accademia di Brera) o la mostra DIVINE – Borse e Volti nel Cinema Italiano, organizzata da Zanellato in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Sede Lombardia per rendere omaggio al grande cinema italiano.

Swarovski ha poi organizzato un cocktail per celebrare “Book of Dreams”: un libro di pura ispirazione fantastica il cui scopo è quello di svelare il potenziale creativo dei cristalli Swarovski.

Come da tradizione, non sono mancati nemmeno eventi benefici come l’amfAR Gala, l’esclusivo evento charity volto a raccogliere fondi a favore della ricerca contro l’AIDS, che si è tenuto al Palazzo della Permanente.

Dopo una settimana intensa e ricca di avvenimenti, siamo giunti ormai all’ultimo giorno delle kermesse. Per oggi, lunedì 25 febbraio, sono in programma ancora due sfilate, di Ultràchic e di Alexandra Moura, giovane stilista portoghese.

Poi, alle 19:30, si chiuderà il sipario sulla settimana della moda di Milano con “A Special Night To Celebrate Young Talent & To Look To The Future”, organizzato dal Comune Di Milano, e dalla Camera Nazionale Della Moda Italiana. L’evento, su invito, vuole tendere un ponte verso il futuro, celebrando i nuovi volti e i nuovi professionisti del mondo della moda.

Da sempre legate all’attualità, le collezioni presentate durante questa edizione della fashion week rimandano a un mondo in bilico tra passato e presente e ad una società inquieta e spaventata; allo stesso tempo, però, si ritrovano anche capi impalpabili e svolazzanti, vero e proprio elogio alla leggerezza, alla grazie e all’evasione.

Perché in fondo la moda è anche quello, un bellissimo gioco di evasione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.