Diario di una stagista: Voler essere supereroi

Diario di una stagista: Voler essere supereroi

Eccomi ritornata come ogni giovedì al timone del diario di una stagista: Voler essere supereroi.

Se la settimana scorsa vi ho raccontato un pò del mio vissuto.

Oggi voglio dedicare il diario a VOI, cari lettori.

Rivesto i panni di Italo Calvino come nel libro “Se una notte d’inverno un viaggiatore”, dove il lettore diventa il vero e proprio protagonista della storia.

Sicuramente non posso pormi sullo stesso piano dello stile di Calvino, che nella storia della letteratura italiana, è stato uno dei più importanti scrittori del Novecento.

Quindi perdonatemi in partenza!

Caro giovane

Caro giovane, in un mondo in cui tutto si è fermato, prenditi un momento di pausa, fai un bel respiro e soffermati a guardare a che punto sei arrivato.

Rispondi a questa domanda: ti manca qualcosa? Essendo giovane, risponderai sicuramente di sì.

Quindi ti conviene riordinare le varie idee con calma. Un mio consiglio prendi un foglio e inizia a scrivere i progetti futuri.

Fidati che una volta scritti da quello più importante a quello meno, ti sentirai meglio.

Il segreto sta nell’ascoltare solo te stesso senza lasciarti influenzare.

Supereroi da bambini

Da piccoli, pensiamo di essere persone con super poteri, in grado di gestire le nostre vite, e di avere il controllo di tutte le situazioni.

Se consideriamo anche i giochi tra finzione e realtà: il bambino si trasforma in Spiderman, Batman mentre la bambina sogna di essere una principessa.

Poi si cresce e tutta quest’immaginazione viene riportata alla realtà in un istante.

Ritorno del supereroe

Caro giovane, lo sai benissimo, che questo supereroe non passa mai, ma resta latente dentro di te.

Quando meno te lo aspetti, il supereroe ritorna più forte di prima. Non se n’è mica andato, anzi è maturato.

Il suo ritorno coincide con l’arrivo dell’adolescenza.

Ti senti invincibile, pensi di essere già arrivato, non hai bisogno di chiedere consigli, e soprattutto mostri la tua totale indipendenza.

E’ il periodo delle scelte importanti, che mettono ansie e preoccupazioni, ma preferisci indossare le maschere del supereroe forte, coraggioso in grado di affrontare ogni ostacolo della vita.

Ti poni così non solo nei confronti degli adulti ma anche dei propri coetanei.

Vuoi essere all’altezza degli altri supereroi coetanei, altrimenti sai che potresti essere escluso.

Consiglio

Dopo aver letto, caro lettore, fermati a pensare alle tante situazioni in cui ti sei comportato da supereroe.

Alt! Non penserete che vi dia queste pillole di saggezza senza aver mai indossato a mia volta la maschera?

Tutti vogliono essere supereroi, anche gli adulti nascondono ancora quel lato adolescenziale.

Con il tempo, grazie agli obiettivi che raggiungerete giorno dopo giorno, il supereroe non avrà modo di prendersi gioco di voi.

Spuntando la vostra lista dei vari progetti, creerete un supereroe migliore: VOI STESSI.

Canzone

Diario di una stagista: Voler essere supereroi Cesare Cremonini nessuno vuole essere Robin

Anche Cesare Cremonini, quando ha scritto la canzone “Nessuno vuole essere Robin” si è accorto che tutti vogliono essere eroi.

Vi lascio la frase del testo che meglio rappresenta il messaggio che voglio trasmettere: “Ti sei accorta anche tu, che siamo tutti più soli? Tutti col numero dieci sulla schiena, e poi sbagliamo i rigori. Ti sei accorta anche tu, che in questo mondo di eroi. Nessuno vuole essere Robin”.

E’ proprio vero che nessuno in questo mondo vuole recitare la parte di Robin ma vuole essere Batman.

Noi ci sentiamo ogni giovedì qui sul mio diario. Ma seguitemi anche ogni martedì e giovedì, su SilverMusic radio ad MRP ON AIR con Marco e Marina.

Chiara Denti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto
Open chat