Diario di una stagista: Trick or Treat

Diario di una stagista: Trick or Treat

Oggi nel diario di una stagista ci travestiamo da vampiri, streghe, fantasmi pronti per vivere la notte più paurosa dell’anno. Allora quale scegliete tra trick or treat?

Siamo arrivati quasi alla fine di ottobre e la settimana prossima entreremo ufficialmente a novembre, mese un pò cupo sia per il tempo ma anche per l’umore che trasmette.

Una volta passato novembre tutto si risolverà perchè inizieremo a respirare l’atmosfera natalizia, il momento magico atteso non solo dai bambini ma anche dai noi adulti.

Forse sto correndo troppo? Voi cosa pensate?

Ci stiamo avvicinando a un weekend particolare perchè non solo finisce il mese ma entrerà in vigore anche l’ora solare, le lancette saranno spostate indietro.

E non è tutto perchè domenica sera si festeggerà Halloween. Siete pronti a scoprire le novità su questa tradizione importata?

Curiosità

In realtà, Halloween non è una festività americana ma ha origini europee provenienti dalla popolazione dei celti. La sua storia nasce da una festa celtica, chiamata Samhain, una parola che deriva dall’antico irlandese e significa “fine dell’estate”.

Come altri popoli antichi, la popolazione celtica misurava il tempo in rapporto alle stagioni e ai cicli del raccolto e questa festa segnava il passaggio della fine dell’estate all’inizio dell’inverno.

Secondo la tradizione celtica durante la notte di Samhain il velo che separa il mondo dei morti da quello dei vivi diveniva talmente sottile da poter essere “attraversato”: i morti potevano così tornare nel mondo dei vivi ed entrare in contatto con essi. La festa di Samhain era quindi anche un momento in cui celebrare ed onorare i propri cari defunti. 

Con l’avvento del cristianesimo però, questa venne trasformata nel giorno di tutti i santi (noto come Ognissanti): lo stesso nome di Halloween, è legato proprio alla festa di Ognissanti, in quanto deriva da ‘All Hallow’s Eve’, che in inglese antico significava ‘vigilia di tutti i santi’.

Magari molti di voi conoscono queste curiosità grazie ai professori d’inglese che in prossimità di questa festa dedicavano un’intera lezione alle sue origini e vi facevano imparare i nomi d’inglese dei simboli rappresentativi, da zucca a strega.

Dolcetto o scherzetto?

Quando ero alle elementari è capitato di trascorrere la notte da brivido con le mie amiche: ci ritrovavamo all’oratorio del paese e passavamo di casa in casa a fare dolcetto e scherzetto.

Devo dire che non abbiamo mai combinato scherzi anche alle persone meno generose e poco amanti della tradizione. In seguito al tempo delle superiori trascorrevo la serata in qualche locale o discoteca dei dintorni e mi ricordo di aver partecipato all’ultimo evento, prima della pandemia, “Zarro Night”.

Consiglio musicale

Oggi vi consiglio “Dancing on the Dangerous” di Imanbek & Sean Paul ft Sofía Reyes, so che non ha nulla di riferimento con Halloween ma se andrete in discoteca domenica sera può darsi che il deejay selezioni proprio questa canzone.

Diario di una stagista: Trick or Treat – Consiglio musicale

Sicuramente come ricorda il testo della canzone vivrete vibrazioni pazze e come ripete spesso vivrete in modo pericoloso.

Mi raccomando non prendete tutto alla lettera, divertitevi con moderazione e buon Halloween!!!

Chiara Denti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto
Open chat